Carlin Bergoglio su Fulvio Bernardini

Carlin Bergoglio su Fulvio Bernardini

Carlin Bergoglio
Carlo Bergoglio (Torino 1895-1959), colonna storica del Guerin Sportivo edizione torinese, è stato uno dei più cari amici giornalisti di Fulvio Bernardini. Era anch’egli un acceso fautore del gioco all’inglese, da noi detto “sistema”. Così, nel 1946 Carlin, all’epoca vicedirettore di Tuttosport,  giornalista-disegnatore famoso soprattutto per essere stato il padre dell’araldica calcistica, accettò l’invito di scrivere la prefazione del libro 10 anni con la Nazionale. Eccola in versione integrale, una serie di riflessioni che gettano una bella luce sul  “profeta del WM”.

 

Fulvio Bernardini è stato il più elegante dei centro-mediani italiani.

Costruttore più che demolitore, giocatore d’attacco più che di difesa, Bernardini ha sovente creato il gioco della squadra di cui era perno. Ambosinistro, giocoliere della palla che trattava con tocco vellutato, preciso nel colpo di testa in contrattempo, egli ha fatto del calcio un’arte che disdegna il colpo duro, la falciata, lo scontro con l’avversario, l’azione di forza. Benché atleticamente dotato e di temperamento combattivo, ha sempre preferito la riflessione all’impulso, l’intuito all’istinto, la manovra allo sfondamento.

Poiché non era né è di quelli che si rassegnino al sopruso e all’ingiustizia – e i lettori nel avranno più prove in codeste memorie –  non è rifuggito dalla lotta aspra quando gli è stata imposta, non è sfuggito talora alle nervosità altrui, ma mai per sua colpa o per sua iniziativa il gioco in campo ha perso bellezza.

Queste sue eccellenti qualità son tanto più benemerite in quanto egli non è stato il prodotto di una vasta selezione. Egli non ha avuto, come i calciatori del nord, molti esempi classici a cui attingere, non ha avuto la fortuna di giuocare in squadroni in cui è facile ed utile l’emulazione. Nel suo ambiente, è stato padre e non figlio di un gioco, è stato creatore e non una creatura.

Si può anzi dire che egli ha dovuto faticare per liberarsi dei malvezzi a cui lo obbligarono, nel periodo della sua impostazione tecnica, i compagni a lui inferiori. Il suo passaggio parabolico (di cross e non di shoot) fu una cattiva consuetudine data dal giuoco alto ed improvviso di quei compagni; e solo più tardi, venendo nel settentrione, poté migliorarlo. Vi è da pensare cosa sarebbe stato Bernardini se la sua società di allora, anziché abusare del proprio sacro egoismo e del sentimento del ragazzo, lo avesse lasciato volare fuori del nido.

E, comunque, nel periodo del massimo sviluppo del calcio nordico – superato poi soltanto da quello dell’avvento dei giocatori trans-atlantici – al centro della Nazionale ha brillato e resistito lungamente un campione romano, anche quando terzetti di attacco o di difesa settentrionali parevano imporre fortissimi centromediani locali, per ragioni di blocco. Ciò è prova suprema del valore del giocatore che l’opinione pubblica stessa imponeva e che le grandi società del nord già cercavano.

Bernardini ha avuto grandi momenti nei suoi dieci anni di Nazionale, ma due soprattutto se ne ricordano: e il primo è quando, a diciannove anni, venne ad esordire a Torino nella partita contro la Francia, e l’altro è quando primeggiò nelle Olimpiadi del ’28. Fu eliminato più tardi perché “giocava troppo bene”; e fu ingiustizia sarcastica, benché tutto abbia un suo destino, e il destino non sia stato allora feroce per i romani, subentrando a lui un altro romano di valore.

Bernardini ha ora quarant’anni e ricorda. Ricorda in modo allucinante tutto, il bene come il male, con una sincerità talora cruda, severa, implacabile. Ricorda in uno stile da scrittore nato, semplice, sempre interessante, appunto perché sincero sino all’ingenuità, perché commosso anche nell’acredine. Si vorrebbe che certe cose fossero taciute o sorvolate, che altre fossero invece rivelate, ma egli è ancora giovine, si direbbe ancora il ragazzo di allora, e dice tutto ciò che lo commosse e che lo fece soffrire, come se lo rivivesse. Le sue pagine si leggono di un fiato ed è la storia della sua giovinezza, la storia di un grande attore giovane nel dramma del giovane sport italiano. Come vecchio amico avrei voluto consigliargli l’indulgenza in alcuni punti, un più insistito giudizio su altri ancora. Ma credo che sarebbe stato inutile. C’è, dietro questo libro, un carattere. Il libro che può scrivere il vostro migliore amico non è quello che scrivereste voi, ma è il migliore che egli possa scrivere. L’affetto, di solito, non è che un desiderio di limitare la libertà dell’amato. Il vero affetto consiste nel concedere la libertà di sfogo.

Fulvio, in questo libro, si sfoga. E’ chiaro, è vivo, è appassionato, si fa voler bene anche in quelli che paiono difetti, soprattutto in quelli, poiché in quelli chiede, in fondo, che gli si voglia bene. In altre edizioni, in altri libri, dirà ancora meglio: attendiamolo.

Ma chi legge questo libro deve convenire che Fulvio non per sé ha scritto, quanto per tutti. E quando conclude indicando nei suoi corregionali le vie del progresso per lo sport di domani, è ancora l’animatore, il creatore che agisce, nella sua seconda giovinezza; è ancora lo sportivo ardente e generoso che continua a dare assai più di ciò che abbia ricevuto.

68 Thoughts on “Carlin Bergoglio su Fulvio Bernardini

  1. Pingback: Anonymous currency

  2. Pingback: Kata Kata Ucapan Lebaran Idul Fitri 2017/2018

  3. Pingback: Pendaftaran SNMPTN 2018/2019

  4. Pingback: GVK BIO

  5. Pingback: Dungeon

  6. Pingback: Info 2018

  7. Pingback: gambar pemandangan

  8. Pingback: In Vitro Pharmacology

  9. Pingback: see page

  10. Pingback: YouJizz XXX

  11. Pingback: make money with a iphone

  12. Pingback: Pix link fuckhardhub com

  13. Pingback: kosmetiktube ru

  14. Pingback: See link alisextube com

  15. Pingback: See link dubaipornx com

  16. Pingback: Site babacams com

  17. Pingback: Video site big assfuckz com

  18. Pingback: See site pornpics abudhabihottestgirls com

  19. Pingback: hotpics abudhabihottestgirls com

  20. Pingback: See me asianthaijapanese adult-porn-photos com

  21. Pingback: Engineer SEO Aws ALKHAZRAJI

  22. Pingback: Read more cutejap nakedgirlfuck com

  23. Pingback: Read more blueeye nakedgirlfuck com

  24. Pingback: Pic link hotxxmom com

  25. Pingback: My homepage xxxtube jm-cafe ru

  26. Pingback: Link alisexpicture com

  27. Pingback: mine site sosu jivetalk org

  28. Pingback: aussiesbootchoice.com.au

  29. Pingback: See link park1829 ru

  30. Pingback: See me xunxuz ru

  31. Pingback: Click here telegra ph Tureckij-serial-Bescennoe-vremya-89-90-seriya-11-08

  32. Pingback: Origin site telegra ph Tureckij-serial-Bescennoe-vremya-11-09

  33. Pingback: Origin alisexypics com

  34. Pingback: Homepage analka jivetalk org

  35. Pingback: Website xxvidos mobi

  36. Pingback: Homepage anal-porn mysexydownload com

  37. Pingback: Site strizh34 ru

  38. Pingback: amateur-sex jivetalk org

  39. Pingback: in vitro DMPK studies

  40. Pingback: how to make money with a iphone

  41. Pingback: Video link hh-tube ru

  42. Pingback: main site seowm ru

  43. Pingback: Go link jk-nbik ru

  44. Pingback: informática lisboa

  45. Pingback: Aplikasi dental clinic

  46. Pingback: freelance developers norway

  47. Pingback: home page

  48. Pingback: поздравления девушку дню 8 марта

  49. Pingback: слитые фотки знаменитостей хакерами

  50. Pingback: newtube sirius88 abdu23na9130 abdu23na86

  51. Pingback: hd videos tubepla.net34 afeu23na8311 abdu23na65

  52. Pingback: tubela.net662 afeu23na1850 abdu23na80

  53. Pingback: fodboldtrøjer

  54. Pingback: maglie calcio

  55. Pingback: 2019

  56. Pingback: javsearch.mobi

  57. Pingback: Günstige fußballtrikots

  58. Pingback: maglie calcio a poco prezzo

  59. Pingback: instalação rede informática

  60. Pingback: поздравление женщине на долголетие

  61. Pingback: поздравление для оленя

  62. Pingback: поздравления с юбилеем татьян

  63. Pingback: поздравление девушке нина

  64. Pingback: поздравление лешего бабе яге

  65. Pingback: стих поздравление юбиляру мужчине

  66. Pingback: камеди клаб поздравление тимати

  67. Pingback: поздравления тема открыток

  68. Pingback: поздравление подружке видео